Una scheggia sottopelle

A volte mi sento come se avessi una scheggia sottopelle. Una di quelle conficcate completamente, comode comode, sotto il primo strato di epidermide.
Hai presente, no? Più che altro ti provoca fastidio perché quando ti guardi, lei è lì, e quando la sfiori un po’ male ti fa. E non riesci a tirarla fuori agevolmente, anche cercare di andarci sotto con l’unghia e sollevarla è inutile. Ci vuole un arnese adatto, un ago, uno spillo.

A volte mi sento come se avessi una scheggia sottopelle e dovessi ancora trovare l’arnese adatto per toglierla. Che poi forse il problema è tutto qui; forse certe schegge devono restare esattamente dove sono.

Annunci

Anche quando inciampi…

…puoi trovare del bello. Lo diceva anche il premio Nobel Boris Pasternak:

Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, che non hanno inciampato.
La loro è una virtù spenta, di poco valore.
A loro non si è svelata la bellezza della vita.