La pagina bianca

La pagina bianca fa paura. È immacolata, ma non trasmette un senso di pace. Anzi, tutto l’opposto direi.

La pagina bianca può essere paralizzante; più la guardi e meno ti ispira. Non ti decidi mai a sporcarla;  vorresti trarne fuori una piccola opera perfetta, ma non sai da dove iniziare, come decorarla, che farne.

Che poi basta uno schizzo, uno sbaffo, uno scarabocchio, un ghirigoro qualsiasi e la tensione inizia ad allentarsi. La pagina bianca non è più bianca.

Annunci

La paura è una scelta

La paura non è reale. L’unico posto in cui può esistere è nel nostro modo di pensare al futuro, è un prodotto della nostra immaginazione, che ci fa temere cose che non ci sono nel presente e che forse neanche mai ci saranno. Si tratta quasi di una follia; cioè non mi fraintendere, il pericolo è molto reale, ma la paura è una scelta.

dal film After Earth

Volere è potere

Mai fidarti delle apparenze.
Il mondo che si trova al di là del vetro potrebbe arrivarti deformato. Le pareti della scatola le ha partorite la tua mente e il loro nome comincia sempre per NON.
NON posso.
NON ce la farò mai.
NON dipende da me, la più estesa di tutte. Ma, se guardi in alto, troverai la quarta, che si chiama
NON ci credere. […]
Le pareti del NON sembrano infrangibili, eppure basta che tu decida di oltrepassarle perché si sbriciolino. Non hai altri limiti di quelli che ti sei posto da solo.

L’ultima riga delle favole, Massimo Gramellini