La corda dei sentimenti

Accadde Oggi = simpatica funzione di Facebook che ti rinfaccia tutte le possibili minchiate che hai sparato negli ultimi 7/8 anni.
Ogni tanto, però, fa riemergere piccole perle. Nello specifico, oggi mi ha ripescato questa intervista che credo meriti di essere condivisa nuovamente e mi fa tornare in mente che quel libro devo ancora leggerlo. Accidenti!

Quando noi subiamo un dolore tendiamo a staccare la corda dei sentimenti, perché abbiamo l’illusione che così smetteremo di soffrire. Ma a quel punto facciamo un’incredibile scoperta, che quella corda era anche la corda dell’amore. La corda è una sola. Quando tu la stacchi non provi più niente; non soffri, ma non ami neanche più.

Quindi qual è il gesto più coraggioso che un essere umano può fare? Riattaccare la corda. Accettando quindi il dolore, perché attaccandola vibrerà anche per il dolore. Ma, per amore, accettare di riattaccare la corda del dolore.

Quando un essere umano fa questa cosa, è un uomo.

Massimo Gramellini a Le invasioni Barbariche, 6 febbraio 2013

Annunci

4 pensieri su “La corda dei sentimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...